IL PACCHETTO FAMIGLIA: AUMENTO LIMITE REDDITO PER DETRAZIONE FIGLI A CARICO E BONUS BEBÈ

Il pacchetto famiglia nella legge di bilancio 2018, approvato in via definitiva dal Parlamento e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 302/2017, prevede al comma 252 articolo 1 ad integrazione dell’art. 12 del Tuir, l’aumento a 4.000,00 euro, oggi fissato a 2.840,51 euro, della soglia di reddito  entro la quale i figli che non lavorano o che hanno redditi minimi, rimangono a carico dei genitori.

Attenzione però, tale innalzamento di reddito avrà effetto solo dal 2019 e solo per i figli fino al 24° anno di età e per le famiglie numerose ovvero con almeno 4 figli. In tutti gli altri casi il limite di reddito resta 2.840,51 euro per anno di imposta.

Ulteriore misura prevista nella legge di bilancio è la conferma del bonus bebè pari ad euro 960 annui, per i figli nati/adottati dal 1 gennaio 2018 al 31 gennaio 2018, già prevista nella legge n 190/2014.

Tale assegno è erogato mensilmente dall’INPS in quote mensili, a decorrere dal mese di nascita o adozione, (previa presentazione della domanda da parte dell’interessato), non concorre alla formazione del reddito complessivo, e sarà corrisposto fino al compimento del 1° anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione (invece fino al 2017 era riconosciuto per 3 anni).

La legge di bilancio ha confermato comunque per il 2018:

  • Bonus mamme domani 2018: contributo da 800 euro una tantum, a prescindere dal reddito della futura mamma.
  • Voucher baby sitter 2018: contributo mensile per pagare la baby sitter nel caso in cui la neo mamma, dopo il periodo di maternità, rinunci al congedo parentale.
  • Buono asilo nido 2018: voucher fino a 1.000 euro all’anno per 3 anni, da utilizzare per pagare la retta dell'asilo nido, pubblico o privato, indipendentemente dal reddito ISEE della famiglia.