Header_news

DOMANDA DI DIFFERIMENTO CONTRIBUTIVO PER FERIE COLLETTIVE

23 Maggio 2017

Share

Il prossimo 31 maggio 2017, come avvenuto per gli anni passati, scade il termine per la presentazione della domanda di differimento degli adempimenti contributivi da parte di imprese che, in conseguenza della chiusura aziendale per ferie collettive, non possono provvedere nei termini di legge al versamento dei contributi o all’invio della relativa denuncia UniEmens.

Questa concessione riguarda esclusivamente la fattispecie di ferie collettive che comportano la chiusura dell’azienda o la sospensione di ogni attività ed è giustificata dalla temporaneità delle difficoltà organizzative che esse comportano.

Per ferie collettive si intende quel periodo di riposo che l’azienda è tenuta, per legge o per contratto, a concedere ai propri dipendenti mediante chiusura della propria struttura.

Il differimento di versamento contributivo presenta queste principali caratteristiche:

non riguarda solo il termine di versamento dei contributi fissato per il giorno 16 del mese successivo, ma anche la trasmissione telematica del flusso UniEmens;
può essere richiesto anche per periodi diversi dai tradizionali mesi estivi, pur rispettando il termine del 31 maggio;
può essere concesso solo una volta nel corso dell’anno, questo anche se la chiusura per ferie collettive si protrae per meno di un mese (la chiusura però deve determinare una effettiva ed obiettiva impossibilità tecnico-organizzativa ad effettuare alla scadenza di legge i dovuti versamenti.
L’azienda interessata dovrà presentare apposita richiesta accedendo ai servizi online del sito INPS e utilizzando il “Modulo 445- Richiesta differimento termine adempimenti contributivi per ferie collettive”.

Con l’accoglimento dell’istanza presentata il nuovo versamento dovrà essere effettuato entro la scadenza del mese successivo a quello per il quale la domanda è stata presentata all’INPS.

Se, per esempio, l’azienda sospende l’attività per il mese di agosto non potendo quindi effettuare i versamenti entro il giorno 20 del mese stesso, con la presentazione del Modulo 445 si potrà adempiere al versamento entro il giorno 16 settembre. Lo slittamento è concesso anche per la denuncia UniEmens che si potrà presentare entro il 30 settembre.

Il versamento dovrà essere fatto in un’unica soluzione e dovrà essere maggiorato degli interessi di dilazione.

Tale richiesta viene presentata attraverso la sede territorialmente competente; nel caso di sua reiezione c’è la possibilità di presentare ricorso al Consiglio di Amministrazione dell’INPS.

Benefit aziendali a personale cessato da servizio

giovedì, 15 Febbraio 2024

I datori di lavoro dovranno inviare all’Inps, entro il 21 febbraio, i dati relativi ai compensi per fringe benefit e stock option erogati nel corso del periodo d’imposta 2023 al personale cessato dal servizio.

Vuoi saperne di più?

Trova la tua filiale!

Contattaci